- Vigili Del Fuoco Lissone

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia

STORIA - 1914 -> 1915


L'amministrazione comunale, negli anni precedenti, si era in qualche modo interessata al problema della salvaguardia da incendi ed alte calamità, ma tutto era rimasto o limitato ad una minima attrezzatura o disperso presso alcune Aziende Mobiliere di particolare importanza.
Nel Bilancio comunale preventivo del 1914 c'era il capitolo "CONTRIBUTO PER L'EDUCAZIONE FISICA" per Lire 300 da dedicarsi esclusivamente, da parte della "Pro Lissone Società per l'educazione fisica e civile", alla retribuzione di un insegnante di ginnastica incaricato dell'insegnamento dell'Educazione Fisica agli alunni delle Scuole Elementari di Lissone, ed anche "MAESTRO DEI POMPIERI" che, a titolo personale, già si esercitavano sul campo della Pro Lissone alla domenica mattina.
Sempre nel Bilancio preventivo del 1914 erano stati inseriti altri Capitoli per il Corpo dei pompieri: uno di lire 1100 per "l'acquisto di materiale pompieristico", un altro per lire 900 "esclusivamente destinato alla retribuzione di un Capo dei Pompieri".
Nella lettera inviata al sig. Presidente della Società Pro Lissone, in data 11 febbraio 1914, il sindaco così esprimeva la volontà dell'amministrazione e del Consiglio comunale: "…..credo opportuno dare inizio con la presente, alla fase risolutiva dell'importante questione. Il consiglio Comunale ha di buon grado affidato a codesta benemerita società, sicuro di ben riporre la propria fiducia, la parte preliminare per a formazione del Corpo dei Vigili……"

Di particolare rilevanza, per la storia del Corpo dei Pompieri di Lissone, è la frase "DARE INIZIO ALLA FASE RISOLUTIVA DELL'IMPORTANTE QUESTIONE": è da qui che facciamo partire gli OTTANTA ANNI DELLA NOSTRA STORIA, da qui prende inizio a Lissone, in forma ancora embrionale, con un cammino che sarà lungo e talvolta tormentato, il CORPO DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DI LISSONE.
Questa "fase risolutiva" durerà più di un anno per una serie di lungaggini e contrattempi dovuti sia al periodo prebellico particolarmente difficile, sia al dover organizzare, all'interno della Pro Lissone, un gruppo autonomo di Pompieri.
Il 28 marzo 1914, durante l'Assemblea Generale della Pro Lissone, in vista anche del rinnovo del Consiglio Esecutivo della società stessa, viene deliberato quanto segue:
"di rispondere alla Civica Rappresentanza ringraziando della fiducia che si ripone nella Pro Lissone, ed osservando
 
a) che impossibile riesce iniziare con serietà di intenti un corso utile e pratico di educazione fisica con la somma assegnata;
 
b) che fino al giorno in cui l'organismo sociale non avrà potuto definitivamente provvedere alla organizzazione di un proficuo, vitale e continuativo corso di insegnamento ginnico impartito da un insegnante capace e stabile, non è consigliabile che le energie volontarie dei soci attivi vengano distolte dal lavoro in palestra per dare vita ad altro ente, pure riconoscendone la eminente utilità pubblica.

Di dare mandato al nuovo Consiglio eletto di mettersi a disposizione della Autorità Municipale per fornire tutti gli schiarimenti che, con l'interessamento e la buona volontà fin qui dimostrata, essa volesse chiedere…."

Così risponde l'amministrazione comunale, in data 18 aprile:

"poiché le spiegazioni date dall'ordine del giorno… non sono sufficienti per chiarire la vera portata della deliberazione dell'Assemblea del 28 s.m., ed occorrendo questa Giunta Municipale gli schieramenti promessi…."
Ed invita i Rappresentanti della Pro Lissone ad un incontro organizzato per il 3 maggio, e poi spostato all'8 maggio, e poi spostato…..
Il dialogo è lungo e serrato; ci sono molte cose da chiarire e da organizzare; la guerra in Europa è ormai una terribile realtà… passano i mesi… ma non si vuole lasciare cadere tutto!
L' 8 marzo 1915 il sindaco scrive al presidente della Pro Lissone chiedendo che a Bilancio, per il 1914, ci sono ancora 110 lire per "materiale pompieristico" e che inoltre, nel Bilancio preventivo del 1915, sono iscritte lire 1200 sotto la denominazione "sussidio alla Pro Lissone per l'educazione fisica e per l'organizzazione e funzionamento di un Corpo di Pompieri"
Le date degli incontri si susseguono: l'8 maggio , il 28 maggio.. si cerca di stringere i tempi anche perché la guerra, per l'Italia, proprio il 24 maggio, è iniziata.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu